Recensione – Destroy All Humans

di • 9 agosto 2005 • RecensioneCommenti (0)1438

Titolo: Destroy All Humans
Genere: Azione
Piattaforma: Xbox
Sviluppatore: Pandemic Studios
Publisher: THQ
Data di uscita: 24/06/2005

Materiale collegato: Galleria Immagini
                              Sito Ufficiale

Un pianeta da distruggere (la terra) e una razza di alieni super tecnologica e assetata di potere: due elementi con cui siamo ormai da anni abituati ad aver a che fare, soprattutto nel cinema, con pellicole come Indipendence Day, ma anche nel panorama videoludico con la saga di Halo (ad esempio). Di solito ci troviamo a dover proteggere il nostro amato pianeta da queste forme di vita dalla "testa ad uovo" e dagli occhi dalla forma simile agli occhiali da sole più trendy. Ma, avete mai pensato a mettervi nei panni del nemico? Destroy All Humans, ultimo lavoro dei Pandemic Studios, vuole farci provare questa strana sensazione, affrontando il tutto con un’abbondante dose di humor!

L’invasione dei Furon!
Come abbiamo accennato, Destroy All Humans ci fa provare, per la prima volta in un videogioco, l’ebbrezza di vedere un’invasione aliena dagli occhi del nemico. Prenderemo quindi il controllo di Crypto, un piccolo e grigiastro alieno molto agguerrito, che ha sempre voglia di distruggere tutto e, nella fattispecie, il pianeta Terra e i suoi abitanti, giudicati da lui stesso dei "cervelli di gallina". La razza aliena a cui il protagonista appartiene prende il nome di Furon che, con la loro navicella madre si sono avvicinati alla Terra con l’intento di conquistarla e di studiare la forma di vita predominante (gli umani, ovviamente). Per il povero Crypto però, a quanto pare, non è tanto scontato che la forma di vita più intelligente del pianeta Terra siano gli esseri umani, ed infatti, nel primo livello del gioco (una specie di tutorial), cominceremo a capire di che pasta è fatto il gioco, assistendo ad una favolosa gaff. I primi esseri viventi con cui Crypto verrà in contatto una volta atterrato sulla Terra sono delle mucche. Lui proverà a parlargli, ma (naturalmente) come risposta riceverà unicamente dei "muuuuuuuuu!", così, deciderà di sferrare i suoi attacchi su di loro. Il gioco è completamente "tempestato" da queste scenette che sicuramente strapperanno una risata anche ai più seri videogiocatori.
Comunque, tornando a noi, lo scopo dei Furon è quello di recuperare i cervelli degli esseri umani, che serviranno loro come scorta di DNA. Si, avete capito bene, DNA… I Furon non usano più il classico metodo di riproduzione, ma l’hanno completamente sostituito con il metodo della clonazione, e per far ciò hanno bisogno di DNA, dato che le loro scorte si sono esaurite.

Sapete… non è poi tanto male essere degli alieni!
Il gameplay di Destroy All Humans si basa su delle meccaniche non proprio semplici: alle prime battute di gioco vi troverete leggermente spaesati e potreste fare un po’ di confusione, ma una volta entrati in sicuro possesso dei comandi di gioco, il divertimento sarà assicurato.
Il gioco è diviso in missioni, che si andranno sbloccando man mano che proseguirete nell’avventura, concludendo con successo le missioni precedenti. Per sbloccare delle nuove missioni bisognerà recuperare, in ognuna di esse, una quantità minima di DNA. Per acquisire il DNA dovrete ovviamente uccidere una persona, dopodichè potrete, grazie ai poteri di Crypto, estrarre il suo cervello (che vi donerà 10 punti di DNA). Un altro metodo per acquisire DNA è quello di cercare, nelle varie locations, degli oggetti a forma di testa aliena, che vi doneranno ben 75 punti di DNA.
I poteri del nostro sghignazzante alieno hanno molta importanza nel gioco. Grazie ad essi potremo evitare di uscire allo scoperto tra la gente camuffandoci con l’aspetto di altre persone; oppure possiamo, tramite dei poteri psichici, dare degli ordini o leggere nel pensiero. Grazie alla telecinesi poi, potremo far alzare in aria quasi ogni cosa, il che sarà molto utile quando il nostro obiettivo sarà quello di causare la distruzione e il caos più totali in un dato posto. Dovremo comunque usare i nostri poteri sovrannaturali facendo attenzione alla nostra "scorta" di energie mentali (concentrazione), visibile tramite la barra di colore bianco che troveremo sullo schermo in alto a sinistra.
Durante la nostra avventura, i nemici con cui abbiamo a che fare sono, come ormai avrete capito, gli esseri umani. Ci troveremo a dover fronteggiare eserciti con tanto di carri armati e cannoni, agguerriti poliziotti, ma anche contadini armati di fucili sempre carichi di munizioni e pronti a far saltare la testa ovale di Crypto! Per tenere sotto controllo il nostro livello di salute, avremo a disposizione una barra (in alto a destra) che, se verremo colpiti, non tarderà a svuotarsi, anche se, scappando e mettendoci per qualche secondo a riparo, la barra si ricaricherà in meno che non si dica. Per seminare la distruzione più totale, potremo anche avvalerci di alcune simpatiche armi, come ad esempio un raggio luminoso (simile ad una scossa elettrica), oppure della sonda anale, una delle armi più strane e fuori dal comune mai viste in un videogioco. Comunque, quando dovremo affrontare grandi quantità di nemici, sarà bene utilizzare il nostro disco volante, grazie al quale possiamo distruggere intere abitazioni, carri armati e via dicendo. Col procedere nelle varie missioni potremo, ritornando nella nostra navicella madre, acquistare nuove armi e nuovi poteri che il simpatico Pox ci fornirà, ma, come sapete, mai nessuno da niente per niente, ed infatti, in cambio, dovremo donargli del DNA che faticosamente abbiamo conquistato.

L’aspetto tecnico
Graficamente Destroy All Humans non ha grandi pretese. Non si può di certo dire che gode di un dettaglio grafico degno di nota. Il suo punto di forza è sicuramente il character design: gli alieni, seppur rifacendosi a degli stereotipi straconosciuti, hanno un aspetto molto curato e risultano simpatici, ma allo stesso tempo "malefici". Le textures utilizzate per le ambientazioni non sono dettagliatissime, ma riescono comunque a fare il proprio lavoro. Il frame-rate risulta abbastanza stabile nella maggior parte dei casi, anche se, quando su schermo troveremo abbondanza di oggetti 3D e di effetti grafici come esplosioni o effetti particellari, il motore grafico ne risentirà, accennando qualche rallentamento.
Per quanto riguarda il comparto sonoro, durante il gioco potremo ascoltare dei simpatici motivetti che, però, alla lunga, risultano pochi e un po’ monotoni. Il gioco non può contare (purtroppo) sul doppiaggio in italiano: il parlato è completamento in lingua inglese, ma non mancano comunque i sottotitoli in italiano dotati di una traduzione ben fatta e curata.

Commento Finale
Destroy All Humans è uno di quei giochi che va provati almeno un paio di volte prima di acquistarlo. Per alcune persone potrebbe essere "amore a prima vista", per altri invece potrebbe risultare un gioco monotono che, seppur divertente, alla lunga potrebbe stancare. Se siete amanti della fantascienza tragicomica, e l’idea di distruggere il pianeta Terra controllando una razza aliena più agguerrita che mai vi frulla nella testa da un bel po’ di tempo, è sicuramente il vostro gioco (oltre che la vostra unica occasione per farlo!)

La Pagella

Grafica: 6.5
Sonoro: 6.5
Giocabilità: 7
Longevità: 7

Voto Complessivo: 7

Potrebbe interessarti anche...