Mercury HG

Mercury Hg, occhio a non perdere particelle

di • 15 ottobre 2011 • RecensioneCommenti (0)1391

Avete presente il più classico dei labyrinth game di qualche anno fa? Beh, lo scorso 28 settembre sul Live Arcade è stato reso pubblico Mercury Hg, realizzazione leggera e spensierata di Eiconic.

Prendete dei tracciati più o meno difficili con e senza pareti sulle quali appoggiarsi con la propria molecola composta da particelle che dovreste poter destinare al traguardo finale, aggiungete musica, colori e l’uso di un 3D non esagerato che da quel giusto sapore al titolo, terminate la composizione con una onesta quantità di livelli tali da giustificare un costo pressoché standard: 400 punti MS, l’equivalente di circa 5 euro (poco meno), considerando che una scheda da 2100 punti costa 24,98 € (almeno secondo Gamestop!).

Mercury HG è il gioco adatto alla serata poco impegnativa, assunto poco a poco per evitare che finisca troppo presto. Grazie al vostro jukebox personale (a patto che abbiate scelto di caricare la musica nell’hard disk della vostra console o che l’abbiate associata ad una libreria esterna tramite DLNA) potrete ulteriormente godere della possibilità di personalizzazione del titolo, tornerà certamente utile durante l’attraversamento dei livelli e il crescere della difficoltà, facilitandovi almeno un po’ il compito.

Controllare la molecola protagonista è semplice. Non potrete far altro che spostarla fino al traguardo, stando attenti a rispettare i colori o associandone diversi per ottenere quello adatto a concludere il livello. A vostra disposizione un’ulteriore comando: la separazione (ottenibile solo grazie agli spigoli presenti nelle pareti nel livello), vi servirà per scomporre la protagonista e cercare di controllare le particelle che la componevano inizialmente, così che possano essere spostate sotto i raggi che faranno cambiare loro colore. Allo stesso modo (anche se consumando del tempo prezioso) potrete rapidamente ricomporle facendole combaciare e ottenendo ciò che vi servirà a terminare il vostro compito.

Ultima, ma non per importanza, la possibilità di giocare contro se stessi grazie ai fantasmi post-completamento di un livello; sarà possibile inoltre (e automatico) entrare nelle classifiche a livello mondiale, un modo come un altro per sfidare i propri amici.

Occhio a non perdere particelle!

Potrebbe interessarti anche...