F1 2011

F1 2011: stessa formula (uno), nuove regole

di • 9 ottobre 2011 • RecensioneCommenti (10)2050

Ricezione, gara, recensione. A tempo di record (e visto il gioco, direi in tema) ho potuto provare F1 2011 sulla mia Xbox 360, il naturale evolversi della Formula 1 per console firmato Codemasters, la casa britannica che dal 2008 - grazie all’acquisto delle licenze ufficiali - porta le scuderie, i piloti e l’adrenalina nelle case di tutti gli appassionati della massima competizione automobilistica mondiale.

Nonostante questo titolo sia particolarmente adatto per una guida “da volante” (avvantaggiati, quindi, coloro che ne hanno uno a corredo della propria console), può essere vissuto in tutta tranquillità anche tramite il semplice controller, facendo sempre e comunque attenzione a bilanciare il giusto carico al joystick, tra una frenata e l’altra.

La grafica è sicuramente uno dei punti di forza della Formula 1 di Codemasters

F1 2011 mi è sembrato un gioco adatto pressoché a tutti, più o meno esperti del segmento, compreso il sottoscritto che si trova a giocare per la maggior parte del tempo a titoli automobilistici dal sapore e dalla realizzazione decisamente più arcade, molto meno precisa e complessa dal lato tecnico. Il controllo della macchina, per me, si riassume con derapate all’ultimo secondo e accelerazioni con sportellate in grado di farmi superare l’avversario. F1 2011 è l’esatto opposto per ovvi motivi: richiede attenzione, cura per il sorpasso effettuato senza danneggiare i propri avversari in pista e un minimo di buon senso quando si decide che strategia adottare e che dettagli tecnici utilizzare. Mai sottovalutare, infatti, il treno di gomme con le quali partire, tanto meno l’aerodinamica dell’auto e le previsioni meteo.

Rispetto all’anno scorso troviamo le nuove regole, il nuovo fornitore di gomme (si passa così da Bridgestone a Pirelli) – con qualche ritocco all’usura delle stesse per aumentare la realisticità del titolo – e la possibilità di danneggiare molto più la monoposto o addirittura fondere il motore. Fanno perciò la loro prima comparsa anche il KERS e il DRS, lasciando completamente a voi la possibilità di usarli quando possibile e quando preferite, e permettendovi manovre azzardate ma in grado di farvi guadagnare posti. Occhio, poi, alle bandiere, riconfermate come da regolamento FIA, con l’introduzione della bandiera rossa, che fermerà la gara in casi di emergenza. C’è addirittura la safety car.

Da apprezzare, inoltre, la cura per i piccoli dettagli all’interno delle landing areas (se così vogliamo chiamarle) che vi vedranno protagonisti in prima persona nella fase pre-gara (quindi nel vostro ufficio) o subito prima di accedere alla pista (nei box). Potrete consultare le vostre mail, le condizioni meteo previste, cambiare il vostro casco o parlare con l’ingegnere di pista. Potrete modificare ogni settaggio della vettura o decidere di adottare delle impostazioni predefinite e suggerite per ogni tipo di evenienza. Forse un tantinello noioso il menu principale, che propone sempre le stesse animazioni ma, chiaramente, è un volersi focalizzare su dettagli trascurabili al fine del gioco.

Le modalità sono quelle classiche, non è cambiato molto rispetto all’anno scorso. Anche perché, diciamolo, è difficile rendere più bello un gioco che lo è già. Avrete quindi a che fare con la Carriera (nel caso in cui voleste diventare i nuovi Vettel del piccolo schermo), che vi permetterà di muovere i primi passi tra le scuderie che vi offriranno un contratto da esordiente, per farvi tentare la scalata alle migliori case automobilistiche di sempre. Per chi vuole semplicemente scendere in pista, con poche preoccupazioni e nessuna carriera, c’è la semplice Esibizione (o Gara Veloce) con annessa modalità multigiocatore split-screen (sullo stesso schermo) o - neanche a dirlo - la modalità online (troverete il codice che abiliterà il vostro account Xbox Live nella custodia del gioco).

A proposito di multiplayer online, per il quale voglio aggiungere un paio di osservazioni prima di chiudere, ho particolarmente apprezzato la possibilità di gareggiare insieme ad un compagno che potrà aiutarvi durante la Carriera – novità (anch’essa) della nuova edizione. Nel caso in cui voleste gareggiare alla vecchia maniera, sappiate che gli sviluppatori hanno finalmente inserito la possibilità di fare da semplice spettatore nel caso in cui terminiate la gara prima dei vostri avversari.

Potrebbe interessarti anche...

  • Filippo Tozzi

    Ci sbavo parecchio dietro a questo gioco, prima o poi me lo faccio.
    Spero solo di trovare il giusto feeling con il modello di guida, perchè sarebbe il mio primo F1..

  • Anonimo

    L’anno scorso, tra volante e pad, è stato una vera goduria, Filippo. Te lo consiglio vivamente :D

  • Filippo Tozzi

    Dopo però mi fai da secondo pilota però, eh. XD

    • Anonimo

      Il Massa della situazione, dici?

      Se mi passi lo stipendio del brasiliano, ci sto!

      • http://twitter.com/Gioxx Giovanni

        A patto però che le prestazioni siano migliori, Paolo! :-p

  • Anonimo

    io posseggo quello dell’anno scorso ed è stupendo…quest anno passo e mi butto su FM4…

    • http://twitter.com/Gioxx Giovanni

      Impossibile confrontarli IMHO. Si tratta di due ambiti completamente differenti, due modi di vedere l’automobilismo, io vado per entrambi :)

      • Anonimo

        lo so..però il budget è limitatissimo e devo scegliere, magari lo prenderò più avanti…

      • Anonimo

        Potendo, non sarebbe certo male poter disporre di entrambi. La differenza è ben più marcata rispetto al classico PES vs Fifa!

        Giovanni, è così facile fare meglio di Massa… *facepalm*

  • Johncena97

    chi vuole fare una carriera online con f1 2011 mi aggiunga il mio nick è wantyouback ovviamente con ferrari